Il Baskonia spreca il primo match point per i playoff

Nella 29esima giornata della Turkish Airlines EuroLeague, il Baskonia sciupa il primo match point valido per il pass dei playoff. Infatti, tra le mura amica della Fernando Buesa Arena, i ragazzi di coach Velimir Perasovic vengono beffati da un ottimo Efes, già qualificato per la post season, che conferma così di essere una grande squadra. Dopo un primo tempo favorevole ai baschi, nel secondo sono i turchi a prendere in mano le redini della gara e a conquistare la vittoria numero 19 in stagione regolare.

92-102 il punteggio finale che andiamo ad analizzare mediante i consueti 5 punti

Tibor Pleiss 

Tra le fila della squadra turca spicca certamente la grande prova di Pleiss. Il centro tedesco ha chiuso in doppia doppia con 21 punti (miglior prestazione a livello realizzativo) e 12 rimbalzi catturati. Il classe ’89 ha tirato con le seguenti percentuali: (7/11 da 2, 1/1 da 3 e 4/4 TL) 28 di valutazione in 27′ giocati. Insomma, si può dire che l’Efes non abbia patito la pesante assenza di uno come Bryant Dunston, grazie anche ad un efficace apporto di Tibor Pleiss, che si è fatto trovare pronto ed ha risposto presente.

Il break decisivo 

A pesare e non poco nell’esito finale dell’incontro è stato il parziale propiziato nell’ultimo quarto dalle fiammate di Larkin,Moerman e Pleiss. Con il break di 2-13 la compagine ospite ha chiuso definitivamente il discorso, allungando sulla doppia cifra di vantaggio.

Luca Vildoza e Shavon Shields

Anche in questo caso non è bastata buonissima prova di Luca ildoza, autore di ben 23 punti con (6/9 da 2 e 2/3 dalla lunga distanza e 5/5 a cronometro fermo) 34 di valutazione e 34′ disputati ad evitare la sconfitta. Per il classe’95 è il massimo in stagione. Già nel precedente turno ci aveva preso gusto con i campioni in carica,  segnando ben 20 punti e risultando quindi uno dei migliori. Nonostante il k.o da evidenziare anche la crescita esponenziale dell’ex Trento arrivato in Spagna in punta di piedi. Partita dopo partita ha saputo ritagliarsi un ruolo da protagonista riuscendo a fornire delle bellissime performance. Nella gara di ieri ha realizzato 16 punti in 31′, chiudendo per la nona volta consecutiva in doppia cifra.

Il grande ex 

Per Shane Larkin non è stata una partita come tutte le altre. Tornare a Vitoria e in particolar modo alla Fernando Buesa Arena non dev’essere stato facile. Tante emozioni e ricordi racchiusi in una sola annata che gli ha permesso di tornare in NBA con la maglia dei Boston Celtics. Rientrato in Europa ed approdato alla corte di coach Ergin Ataman, la guardia americana non ha deluso le attese ed è diventato un punto fermo di questa squadra. Ieri ha messo a referto 19 punti in 22′ con (2/2 da 2, 4/8 da 3 e 3/3 dalla lunetta) e 24 di valutazione. Si può tranquillamente affermare che questo giocatore abbia le doti per essere un vero leader.

Win or go home 

Se il Baskonia vorrà passare il turno ed entrare tra le prime otto della classe dovrà sudare ben sette camice. Infatti, nell’ultima giornata  può succedere di tutto. Il match di settimana prossima sarà da win or go home. Gli uomini di Perasovic dovranno fare la partita perfetta visto che sfideranno il CSKA Mosca. Ma come si suol dire “nothing is impossible” ……

Next Post

Lo Zalgiris vince ad Atene e si unisce alla festa della lotta Playoffs

Sei squadre per tre posti. La lotta per i Playoffs nell’edizione 2018-19 della Turkish Airlines Euroleague giungerà al termine la prossima settimana, ed era difficile immaginarsi un epilogo così drammatico. Come se non fossero bastati la tripla di Rudy Fernández che ha lasciato sospeso il destino del Panathinaikos, il gioco […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: