Annunci
Regular Season 2018-2019Turkish Airlines Euroleague

Jasikevicius batte Radonjic con l’aggressività

Alla Zalgirio Arena il Bayern Monaco cade in casa dello Zalgiris Kaunas e subisce così il secondo k.o consecutivo, dopo quello rimediato settimana scorsa tra le mura amiche dell’Audi Dome Arena contro il Maccabi Tel Aviv. Dopo una prima frazione molto bilanciata (22-20), nel secondo quarto, i lituani chiudono all’intervallo lungo sul +13. Nel secondo tempo, i padroni di casa provano addirittura la fuga decisiva allungando sulle sedici lunghezze di vantaggio. Nell’ultimo periodo però, con un parziale di 16-26, i tedeschi riducono notevolmente il gap, ma non basta per vincere la gara. 

85-79 il risultato finale della gara che andiamo ad analizzare mediante i consueti cinque punti. 

Marius Grigonis – Brandon Davies 

Sono loro i grandi protagonisti di serata nella vittoria ottenuta sul Bayern Monaco. Per la guardia classe ’94, 18 punti (5/8 da 2, 1/4 da 3, 5/5 dalla lunetta), 22 di valutazione in 29’ di utilizzo. Per il pivot americano i punti messi a referto sono 16 (7/12 da 2 e 2/2 a cronometro fermo) con 19 di valutazione in 25’ minuti giocati. Ecco le parole di Marius Grigonis nel post gara: «Comincio con il ringraziare i nostri tifosi per il supporto che ci hanno dato. Sono molto per la vittoria. Siamo riusciti a giocare in maniera efficace sia in attacco che in difesa e questa è stata sicuramente la chiave del match».  Anche Brandon Davies ha rilasciato delle dichiarazioni dopo la vittoria:  «Quella di oggi è stata una vera e propria battaglia. Loro sono una buona squadra e hanno lottato fino alla fine. Dopo aver giocato un ottimo primo tempo, nel secondo abbiamo dovuto lottare duramente per mantenere il vantaggio. La chiave è stata la circolazione e condivisione della palla che abbiamo avuto nella seconda parte di gara».

Il fattore del successo 

La chiave della vittoria ottenuta da parte dei ragazzi di coach Sarunas Jasikevicius è stata l’altra percentuale al tiro. La sua squadra, infatti, ha tirato con il 56.8% da 2 (21/37), il 47.8% dalla lunga distanza (11/23) ed il 100% a cronometro fermo (10/10). Quando tiri con queste percentuali difficilmente non vinci. 

Nihad Dedovic

Per i bavaresi è vana la buonissima prova fornita da Nihad Dedovic, migliore in campo per i suoi. L’ex Roma ha chiuso con 17 punti (3/4 da 2, 3/5 da 3, 2/2 dalla linea della carità), 5 rimbalzi e 20 di valutazione in 24’ di utilizzo. 

Il calendario

Nonostante la vittoria le speranze dello Zalgiris sono ormai vane per quanto riguarda il discorso playoff e pensare che lo scorso anno a questo punto era tutta un’altra storia.  Infatti, a quattro giornate dalla fine della regular season lo score dei lituani è di (11 W e 15 L) ed il calendario non è dei migliori visto che dovrà giocare nella bolgia di Tel Aviv, del Pireo e alla Wizink Arena di Madrid, tutte squadre in piena corsa per i playoff, con gli spagnoli già qualificati, ma che stanno lottando per i primi tre posti. In casa se la vedrà poi contro il Darussafaka. Per il Bayern Monaco il discorso è leggermente diverso perché i bavaresi hanno 12 vittorie e 14 sconfitte e quindi una piccola fiammella è ancora accesa. Nelle ultime quattro giornate se la vedrà contro Olympiacos e Darussafaka in trasferta, mentre in casa contro le spagnole Barcellona e Gran Canaria. Se con Darussafaka e Gran Canaria parte da favorita, con le altre due squadre no. Ma attenzione perché due vittorie potrebbero non bastare. 

Gli allenatori 

Ecco le parole di coach Sarunas Jasikevicius dopo il successo ottenuto sul Bayern Monaco:  « Credo che nell’ultimo quarto abbiamo perso un po’ di lucidità e sapevamo che l’unico modo per tornare in partita era di ricominciare a giocare in modo aggressivo e di punire con il nostro tiro da tre punti. Nonostante l’ultimo quarto oggi siamo stati i migliori».

Ecco il commento di coach Dejan Ranojic dopo la sconfitta:  «Complimenti allo Zalgiris per la vittoria che ha giocato meglio di noi stasera. Dopo un buon primo quarto, nel secondo non abbiamo giocato come sappiamo, specialmente in difesa e questo ci ha condizionato. Il nostro obiettivo di questa stagione era quello di essere competitivi e siamo andati già oltre le nostre aspettative. Mancano ancora quattro partite, ma possiamo dire di aver disputato una grande Turkish Airlines EuroLeague. Spero  che Zalgiris possa vincere tutte le partite e andare ai playoff, ma non sarà facile visto che ci sono tante squadre in lotta. Vedremo come andrà a finire».

Annunci
Tags

Related Articles

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: