Il Baskonia regola lo Zalgiris e mantiene l’ottava posizione

Eurodevotion

Turno XXIV di Turkish Airlines Euroleague che vede lo Zalgiris fare visita a un Baskonia senza Shengelia e Granger ma in serie positiva casalinga di quattro vittorie. Match decisivo per i baschi (11-12) per non perdere l’ottava posizione e per i lituani (9-14) per mantenere vive le ultime velleità in ottica post-season. Incontro poco brillante, con tanti errori da entrambe le parti, portato a casa dai rossoblu grazie a un parziale fulmineo di 15-0 sul finire del 2º quarto e mai recuperato dagli uomini di Jasikevicius. Analizziamo l’incontro, terminato 80-73, attraverso i consueti 5 punti.

Baskonia oltre le assenze

Le assenze di due pilastri del calibro di Shengelia e Granger hanno sicuramente messo in difficoltà i meccanismi degli uomini di Perasovic. I baschi però sono stati bravi a trovare differenti soluzioni e valide alternative date dalla crescita di Voigtmanne soprattutto di Vildoza. Proprio il giovane playmaker argentino con passaporto italiano ha visto crescere esponenzialmente i minutaggi nel corso di questa stagione grazie a prestazioni maiuscole e sempre maggiore leadership. Decisivo anche in questa serata grazie a un notevole 5/8 da oltre l’arco, sbloccando sempre l’attacco dei suoi nei momenti di crisi.

MVP

Doppia doppia per  Shavon Shields, autore di 14 punti, 10 rimbalzi e 4 assist, per un totale di 27 di PIR, risultando il migliore del match. L’ex Trento ha innescato il parziale decisivo a fine secondo quarto sia come finalizzatore che attraverso assist spettacolari per le schiacciate di Voigtmann e Poirier.

Parziale decisivo

Dal 20-24 del 15’ i padroni di casa hanno imposto il proprio gioco, grazie anche a qualche palla persa e distrazione difensiva di troppo dei lituani. In 3’30” il Baskonia ha realizzato uno strappo di 15-0 che gli ha permesso di chiudere il primo tempo sul 40-27 dopo aver toccato anche il +15. L’arringa di metà partita di coach Jasikevicius ha svegliato i suoi, che hanno pian piano ricucito il margine senza però mai riuscire a effettuare l’aggancio.

Kaunas in difficoltà a produrre punti dal campo

I lituani hanno faticato molto a segnare. Emblematico il primo quarto, in cui 5 dei 12 punti messi a segno provenivano dalla lunetta, con un misero 3/12 dal campo. In compenso sono stati abili a guadagnarsi parecchi viaggi in lunetta in più degli avversari (11 a 20 il conto dei liberi a segno) e a finalizzarli con precisione (65% contro 87%).

Lotta playoff

Per quanto riguarda Kaunas questa sconfitta spegne quasi definitivamente le già flebili speranze di un posto tra le prime 8. Baskonia, al momento 8ª, ha 3 vittorie in più e il doppio scontro a favore. Con solo 6 turni rimasti l’impresa pare quasi impossibile.

Per i baschi invece i due punti guadagnati stasera risultano fondamentali per rimanere agganciati al treno play-off. Il +2 totale nel doppio confronto con il Bayern Monaco garantisce l’ottava piazza e le prossime settimane saranno decisive per mettere in cascina altri preziosi punti contro avversarie abbordabili (Khimki, Pdgorica e Panathinaikos), prima dell’ostico terzetto finale (Real Madrid, Efes e CSKA). 

Next Post

Langford e l'anima "indigena" danno ancora una speranza post season al Panathinaikos

Il Panathinaikos vince nelle Canarie regalandosi ancora qualche speranza di raggiungere la post season

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: