Regular Season 2018-2019Season 2018/2019Turkish Airlines Euroleague

Il Bayern Monaco con una solida prova difensiva riprende il cammino verso il sogno chiamato playoff

Nella 20° giornata della Turkish Airlines EuroLeague, il Bayern Monaco passa sul parquet del Khimki Mosca, ottenendo così la vittoria numero dieci in stagione, dopo il k.o di settimana scorsa contro il CSKA. Per i moscoviti invece, arriva la tredicesima sconfitta in questa competizione, la terza consecutiva dopo quelle ottenute ripetitivamente contro l’Anadolu Efes Istanbul e l’Olympiacos. Non inizia quindi nel migliore dei modi il secondo capitolo di Rimas Kurtinaitis, al suo ritorno sulla panchina del Khimki dopo la prima esperienza iniziata nel 2011 e conclusa nel 2016. Dopo una prima frazione totalmente a senso unico (28-10) al 10′ per i padroni di casa, nel secondo periodo i tedeschi riescono decisamente a rientare in partita e chiudono all’intervallo lungo sotto di cinque punti. In avvio di ripresa, poi i bavaresi propiziano un parziale di 0-18 e firmano il sorpasso, stringendo le maglie in difesa con solo 20 punti subiti in due quarti e conquistano così il successo.  Con questa vittoria i ragazzi di coach Dejan Radonjic riprendono il cammino verso quei i playoff che forse ad inizio anno sembravano solo un miraggio, ma che ora piano piano stanno diventando realtà.

60-71 il punteggio finale della gara che andiamo ad analizzare mediante i consueti cinque punti.

10

Equivale al numero di punti segnati dalla compagine tedesca nel primo periodo. Il Bayern si è poi ripreso e nei restanti 30′ ne ha realizzati ben 61: (25 nel secondo quarto, 21 nel terzo e 15 nell’ultimo).

La chiave della partita

E’ sicuramente la difesa degli uomini del comandante Radonjic che dopo aver subito ben 28 punti nel solo primo quarto, sono riusciti ad aumentare la pressione difensiva e hanno concesso solo 32 punti nei restanti quarti: (12 nella seconda frazione e 10 nella terza e 10 nella quarta). Per vincere le partite in questo sport tutto parte da un’efficace e solida difesa.

Il leader del Bayern Monaco 

Decisivo ancora un volta per i tedeschi Derrick Williams, che anche ieri  è stato il miglior realizzatore della sua squadra. L’ala americana ha chiuso con 20 punti in 30′ (3/7 da 2, 3/5 da 3, 5/5 TL) 5 rimbalzi e 22 di valutazione. Il classe ’91 dimostra ancora una volta di essere lui il faro di questa squadra e nel momento del bisogno lui risponde quasi sempre presente.

Le percentuali 

Nel k.o subito dal Khimki decisiva è sicuramente stata la bassa percentuale al tiro dalla lunga distanza. Infatti, i russi ha tirato con il 51. 3% da 2 (20/39), il 14.3% (3/21) da 3 e 78.6 % (11/14). Invece,  oltre la difesa in casa Bayern è stato il tiro dalla linea dei 6,75 che ha fatto la differenza nell’esito finale dell’incontro: 34.5% da 2 (10/29), 47.6% da 3 (10/21) e 72.4% dalla lunetta. 

Thomas Malcom- Jordan Mickey

Tra le note positive di serata coach Kurtinaitis si può portare a casa le buone prestazioni dei due centri della squadra che però sono state vane: Thomas Malcom e Jordan Mickey. Entrambi hanno realizzato 13 punti. Il classe ’88 ha chiuso con 4/7 da 2, 1/2 da tre, 2/2 TL), 10 rimbalzi e 25 di valutazione in 27′. Invece le percentuali al tiro di Mickey sono state (5/11 da 2, 0/1 da 3 e 3/5 a cronometro fermo).

 

Nel prossimo turno il Khimki sfiderà lo Zalgiris Kaunas reduce dalla sconfitta contro l’Armani Exchange Milano, mentre il Bayern Monaco se la vedrà con l’inarrestabile Fenerbahce. 

 

 

Tags

Related Articles

Rispondi

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: