EuroCup Giocatori Interviste spagna

EuroCup: Louis Labeyrie non si pente di aver scelto il Valencia Basket

Quando si parla di 7DAYS EuroCup, viene spontaneo pensare al Valencia Basket. La compagine spagnola, infatti, è quella che assieme al Khimki russo ha vinto per più volte la seconda competizione europea, alzando al cielo il trofeo in tre occasioni. I taronja, che durante la stagione scorsa avevano disputato la Turkish Airlines EuroLeague in quanto vincitori del campionato spagnolo 2016-17, quest’anno sono tornati a disputare il proprio trofeo europeo “preferito”.

Tra i nuovi volti del Valencia Basket 2018-19, che nel campionato spagnolo sta lottando per qualificarsi come testa di serie alla prossima Copa del Rey e che proprio in EuroCup sta raccogliendo i risultati più soddisfacenti, c’è quello di Louis Labeyrie, lungo francese classe 1992, alla prima esperienza all’estero.

Labeyrie, che abbiamo visto tra le file della nazionale francese in occasione dell’ultimo EuroBasket, è arrivato a Valencia dopo aver giocato in patria con il Paris-Levallois e il SIG Strasbourg. La scorsa estate, l’ala forte di Gonesse ha rotto il contratto con la compagine allenata da Vincent Collet per raggiungere il suo connazionale Antoine Diot sulla costa spagnola.

Tradizionalmente, il Valencia Basket è sempre stato un club nel quale i giocatori francesi sono stati bene accolti; ricordiamo ad esempio Nando De Colo, che ha indossato la canottiera taronja per tre stagioni prima di volare in NBA (2009-2012), l’ex Virtus Bologna Antoine Rigaudeau, che ha chiuso la sua carriera da giocatore proprio con due stagioni a Valencia (2003-2005) o il lungo Florent Piétrus, a Valencia tra il 2008 e il 2013.

Abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con Louis Labeyrie dopo la sconfitta in campionato per 83-74 sul campo di un ottimo Joventut Badalona, che ha raggiunto in classifica il proprio Valencia Basket quando manca una giornata per chiudere il girone d’andata che definirà le partecipanti alla Coppa.

“È stata una partita molto complicata. Siamo partiti male e andati subito sotto nel primo quarto, arrivando quasi al -20 nel secondo. Nella ripresa abbiamo lottato per rimontare, toccando il -6 e -5 verso la fine, ma non ce l’abbiamo fatta. La pallacanestro è anche questa: ti sforzi e rimonti, ma poi puoi comunque perdere alla fine”.

Nonostante la sconfitta e la concorrenza agguerrita, il Valencia Basket non dovrebbe avere problemi a qualificarsi per la Copa del Rey (dipende dai risultati sugli altri campi), anche se si è complicato la vita per poter essere testa di serie nel torneo.

“Per noi la Coppa è una competizione importante, sarebbe stato meglio vincere oggi, ci abbiamo provato, ma non ci siamo riusciti”.

Mercoledì il Valencia Basket giocherà a Limoges in EuroCup, una squadra che Louis Labeyrie conosce molto bene.

“È una buona squadra, così come il Badalona. Ma è l’EuroCup, e quindi è un’altra cosa!”

Alla sua prima esperienza all’estero, il transalpino si sta adattando alla pallacanestro spagnola.

“Le cose vanno abbastanza bene. Oggi non è stato facile, ho cercato di fare del mio meglio, ma per il resto mi sto adattando. Imparo un po’ tutti i giorni: è tutta un’altra cosa, tutto nuovo per me”. 

Il giocatore è contento di essere a Valencia.

“Tutto bene. La squadra, la gente, e la città poi è molto bella, vicino al mare… Sono felice di aver preso la decisione di venire a giocare qua. Ho firmato per due anni, quindi ci tengo a compierli e speriamo soprattutto di riuscire a vincere qualcosa”. 

[Foto di Carlos Calvillo per Eurodevotion]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.