Euroleague eurolega Turkish Airlines Euroleague

Gli Oscar di Eurodevotion dopo un terzo di stagione in Turkish Airlines Euroleague

Come di consuetudine, dopo 10 turni, abbiamo chiesto a tutti i nostri collaboratori di esprimere le proprie preferenze su diverse categorie, individuali come di squadra.

I risultati 

MVP è Cory Higgins, preferito a  Mike James.

Miglior Coach è Ergin Ataman, molto nettamente.

Il quintetto base : Shved, James, Higgins, Vesely, Tavares/Gudaitis

Il sesto uomo è Alec Peters, che precede di poco Gudaitis e Jaycee Carroll.

La squadra tecnicamente migliore è il Fenerbahce, davanti a Real e CSKA.

La squadra che può rimontare è il Khimki, pur senza certezza di fare i Playoff.

La squadra sorpresa è decisamente l’Efes.

Le 8  ai Playoff : Fenerbahce, Cska, Real Madrid, Olympiacos, Efes (plebiscito per queste 5), poi Barcellona e Panathinaikos, con ottava Milano preferita allo Zalgiris, davanti a Khimki e Baskonia.

La nota tecnica emergente ha  visto segnalate diverse situazioni, l’una diversa dall’altra, con predominanza del fatto che la distanza tra le 3 favorite e le altre si è ampliata non di poco.

 

Ecco il nostro resoconto completo, con le scelte di ognuno di noi.

 

Alessandro Maggi

MVP : Mike James

COACH : Pablo Laso

St. 5 : James, Shved, Higgins, Vesely, Tavares

6th man : Alec Peters

Best team : Fenerbahce

Playoff : Real, Fenerbahce, Cska, Barcellona, Panathinaikos, Olympiacos, Efes, Olimpia.

Rimonta : Khimki

Sorpresa : Efes

Nota tecnica : Non so

 

Antonio Mariani

MVP : Jan Vesely

COACH : Pianigiani – Ataman alla pari.

Quintetto : James, Sloukas, Higgins, Vesely, Gudaitis

Sesto uomo : Alec Peters

Best team : Real Madrid

Playoff : Real, fenerbahce, Cska, Barcellona, Panathinaikos, Olympiacos, Efes, Olimpia.

Rimonta : Khimki, con Mickey che potrebbe essere uomo decisivo.

Sorpresa : Efes ed Olimpia

Nota tecnica : Gioco dentro il perimetro: più di quanto mi aspettassi.

 

Alberto Marzagalia

MVP : Cory Higgins

COACH : Ergin Ataman

Quintetto : James, Higgins, Clyburn, Vesely, Gudaitis

Sesto uomo : Alec Peters

Best team : Fenerbahce-CSKA alla pari

Playoff : Fenerbahce, Cska, Real, Olympiacos,  Efes, Barcellona, Panathinaikos (Zalgiris), Baskonia. Olimpia dentro se firma un cambio per le guardie.

Rimonta : Khimki e Baskonia

Sorpresa : Efes

Nota tecnica : La ricerca del tiro più semplice, che non è percentualmente quello da tre.

 

Matteo Carniglia

MVP : Cory Higgins

COACH : Ergin Ataman

Quintetto : Calathes, Shved, Micov, Vesely, Davies

Sesto uomo : Arturas Gudaitis

Best team : Difficile indicarne una. Real, Fenerbahce e Cska sono sempre più forti e la distanza dalle altre si amplia.

Playoff : Real, Fenerbahce, Cska, Barcellona, Panathinaikos, Olympiacos, Efes, Olimpia

Rimonta : Zalgiris, Khimki e Baskonia, ma nessuna sarà tra le 8.

Sorpresa : Efes straordinario, ma dico Bayern avendo già premiato Ataman.

Nota tecnica : Maggior ricerca di 4 non solo perimetrali. Il resto sono conferme delle ultime stagioni.

 

Lorenzo Lubrano

MVP : Mike James

COACH : Ergin Ataman

Quintetto : Shved, James, Higgins, Clyburn, Gudaitis

Sesto uomo : Jaycee Carroll

Best team : Fenerbahce

Playoff : Real, Fenerbahce, Cska, Barcellona, Panathinaikos, Olympiacos, Efes, Olimpia.

Rimonta : Maccabi, Khimki e Baskonia.

Sorpresa : Efes e Bayern

Nota tecnica : La distribuzione dei punti, con diversi uomini in doppia cifra.

 

Luca Castellano

MVP : Mike James per l’impatto devastante nell’inizio di Milano.

COACH : Ergin Ataman, martellante in attacco e mai dono in difesa.

Quintetto : Shved, James, Melli, Leday, Hines

Sesto uomo : Bobby Dixon, spaventoso in 10′ di utilizzo.

Best team : Real Madrid

Playoff : Real, Fenerbahce, Cska, Barcellona, Panathinaikos, Olympiacos, Efes, Olimpia/Zalgiris.

Rimonta : Khimki e Zalgiris.

Sorpresa : Efes, ovviamente.

Nota tecnica : mentalità costante e cvalutazione delle scelte importante per tutti i 40′ di gioco.

 

Laura Cristaldi

MVP : Kostas Sloukas. “Clutch”, completo, ha preso in mano la squadra dopo la partenza di Wanamaker.

COACH : Obradovic, senza dubbio. E’ superiore, poi vengono gli altri.

Quintetto : Calathes, Sloukas, Datome, Printezis, Vesely.

Sesto uomo : Jaycee Carroll. E’ il Lou Williams d’Europa.

Best team : Fenerbahce.

Playoff : Fenerbahce, Cska, Real, Panathinaikos, Olympiacos, Efes, Barcellona, Zalgiris. temo che l’Olimpia si stia sgonfiando, dipendendo troppo dalla genialità dei singoli.

Rimonta : Maccabi e Bayern per i loro roster.

Sorpresa : Efes, non ci piove!

Nota tecnica : Tanti punti a referto e non per difese scarse. Il ritmo è più alto, si tira di più.

 

Marta Bollini

MVP : Alexey Shved

COACH : Dimitris Itoudis

Quintetto : Calathes, James, Higgins, Clyburn, Vesely

Sesto uomo : Gudaitis

Best team : Cska, Fenerbahce e Real, un abisso a avanti alle altre

Playoff : Real, Fenerbahce, Cska, Olympiacos, Efes, Olimpia e due tra Pana, Barça e Baskonia.

Rimonta : Baskonia e Zalgiris

Sorpresa : Efes. Solida, continua e ben allenata.

Nota tecnica : Pick and roll e letture. Fondamentale l’asse play-pivot, con “spacing” e “timing” perfetti per obbligare la difesa a scelte precise.

 

Dario Destri

MVP : Cory Higgins, arma in più di Mosca.

COACH : Ergin Ataman: 8-2 con l’Efes sa di impresa.

Quintetto : James, Shved, Higgins, Vesely, Tavares.

Sesto uomo : Rodriguez, anche se come “sesto” è finto.

Best team : Fenerbahce, la solita macchina perfetta.

Playoff : Real, Fenerbahce, Cska, Barcellona, Zalgiris, Olympiacos, Efes, Olimpia

Rimonta : Khimki risalirà, ma senza fare i PO. Occhio al Bayern.

Sorpresa : Bayern, molto più solida del previsto.

Nota tecnica : Faccio fatica a pensare a questa stagione. Due anni di nuovo format e bisogna già adeguarsi ad uno più esteso. La prossima stagione a 18 squadre rivoluzionerà gestione, mercato e rotazioni. Ci vuole la panchina a 13/14 giocatori ?

 

Massimo Mattacheo

MVP : Cory Higgins: devastante, inarrestabile a tratti. Vero ago della bilancia CSKA, con rendimento irreale e percentuali eccellenti.

COACH : Ergin Ataman per aver rivoltato come un calzino una squadra che partiva dall’ultimo posto.

Quintetto : James, Shved, Higgins, Moerman, Tavares

Sesto uomo : Gigi Datome

Best team : Real Madrid, perché Laso lo adatta ad ogni esigenza che debba affrontare.

Playoff : Real, Fenerbahce, Cska, Barcellona, Panathinaikos, Olympiacos, Efes, Olimpia

Rimonta : Khimki

Sorpresa : Barcellona in positivo, Maccabi e Baskonia in negativo.

Nota tecnica : Distanza ampliata tra le tre big (Real, Cska e Fener) e le altre, con livello comunque alto e lotta tra 7/8 squadre per l’ultimo posto alle F4.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.