EuroCup Giocatori Squadre

Jared Cunningham si presenta così: «Ho scelto la Leonessa perché è una grande opportunità».

Dopo l’ufficialità dell’acquisto comunicata mercoledì, ieri pomeriggio presso la sala stampa del PalaLeonessa è stato presentato Jared Cunningham, la nuova guardia di casa Germani. L’ ex Bayern Monaco ha deciso così di intraprendere la sua seconda esperienza in Europa, dopo quella vissuta proprio in terra bavarese nell’annata appena conclusa.

A prendere parte alla conferenza il gm Sandro Santoro, la presidentessa Graziella Bragaglio,  accompagnata dal marito e patron Matteo Bonetti, coach Andrea Diana ed infine…ultimo, ma non per importanza, il protagonista di giornata: Jared Cunningham, atterrato in mattinata all’aeroporto di Malpensa dopo un lungo viaggio.

Ad aprire le danze ci ha pensato il gm bresciano, che ha raccontato come è nata la trattativa con l’ex Cavs: «E’ un giocatore che seguivamo da un po’ di tempo, che fa parte di quella sfera di giocatori che non sono cosi semplici da prendere. E’ stato un giocatore importantissimo nella vittoria del campionato e della coppa di Germania da parte del Bayern, dove è riuscito a guadagnarsi uno spazio importante. Eravamo già vigili sul mercato, ma ovviamente con il grave infortunio subito da parte di Marco Ceron siamo  stati costretti a dover accelerare le tempistiche. Jared arriva in un momento davvero molto importante, dove ci sono tanti obiettivi da raggiungere. La caratteristica che mi ha colpito di più è la sua professionalità e questo aspetto ha inciso molto ad accelerare la trattativa, che comunque non è stata facile. La chiave è stata la sua disponibilità di calarsi in una realtà diversa dal suo standard. Con l’arrivo di Jared Cunningham, oggi il Basket Brescia Leonessa ha sicuramente qualche chance in più».

 

Il microfono è poi passato alla coppia Bragaglio – Bonetti, i quali si sono detti molto contenti ed orgogliosi di essere riusciti a portare a Brescia un altro importante giocatore come Cunnigham. Ecco le parole della presidentessa sul neo arrivato: «Abbiamo messo a segno un colpo di mercato davvero molto importante, facendo nuovamente  l’ennesimo sforzo  per dare un supporto a questa squadra in un momento cosi importante della stagione.  In quattro anni abbiamo siamo riusciti a far vestire la canotta della Leonessa a giocatori come David Moss, Christian Burns,  Bryce Cotton e quest’anno vogliamo raggiungere quel qualcosa in più che ci permetta di rimanere ad alti livelli. La storia di questa società è quella di lavorare tutti insieme per arrivare sempre più in alto ma rimanendo con i piedi per terra».

Trascinato dalla solita euforia, patron Bonetti commenta così l’arrivo di Cunningham: «Siamo sempre riusciti in corso d’opera ad arricchire la potenzialità della squadra, dando un valore in più al nostro progetto.  Dobbiamo sempre ricordarci da dove siamo partiti. Un bresciano deve essere solo orgoglioso di quello che abbiamo fatto in questi anni. Ho pensato dentro di me: vorrei regalare un giocatore importante ad Andrea, uno come Lebron James…non abbiamo preso lui, ma la sua guardia. Benvenuto a Brescia Jared. In chiusura Matteo Bonetti ha già un messaggio chiaro per la guardia californiana:  We must win in Europe and in the Italian Championship».

La palla poi passa a coach Andrea Diana, che analizza così l’impatto che il suo nuovo giocatore  potrà avere sulla squadra. «Siamo molto contenti dell’arrivo di Jared in un momento delicato della stagione, approfitto per salutare Marco Ceron e gli auguro una rapida guarigione. Ringrazio il club perché ha operato molto bene sul mercato. Ci auguriamo tutti sia un colpo molto importante in un periodo dove c’è in gioco tutto e vogliamo giocarci tutte le nostre carte nel migliore dei modi a partire dalla gara di domenica in campionato contro la Oriora Pistoia. E’ un giocatore esplosivo, rapido, e con diverse soluzioni nel proprio bagaglio tecnico. Inoltre sa giocare molto bene anche senza palla ed è una caratteristica molto importante nel  campionato italiano. Sono convinto che ci darà una grande mano ed il fatto che arrivi da un sistema europeo organizzato come quello del Bayern Monaco gioca solo a nostro favore. Ora ci sarà da metterlo in condizione visto che è da giugno che è fermo: abbiamo una settimana di tempo, quindi mettiamoci subito al lavoro».

A chiudere la conferenza ci ha pensato proprio Jared Cunningham. Ecco le prime parole da giocatore della Germani Leonessa Brescia: «Ringrazio tutti per avermi portato qui. E’stato un lungo viaggio, ma sono davvero molto entusiasta di essere qui e voglio dimostrare quello che posso fare. Sarà un processo lento, visto che è da tanto tempo  che non gioco. Ho scelto di firmare per questa società perché per me è una grande opportunità ed è un bel gruppo. Mi hanno parlato molto di questa squadra, non vedo l’ora di scoprire qualcosa in più. Sono un giocatore molto competitivo che lavora duramente. Mi piace difendere e portare molta energia. So come si vince un campionato. La mia migliore esperienza in NBA l’ho vissuta con la maglia dei Cavs. Lebron è un genio  dentro e fuori dal campo. Mi ha insegnato tanto e lo reputo il migliore della mia generazione. L’allenatore che mi ha aiutato di più a crescere? David Blatt». 

 
.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.