opinioni Partite Turkish Airlines Euroleague

Tanta difesa e tanto Sloukas. Il Fenerbahçe espugna il Pireo

Intenso, incerto, elettrizzante e allo stesso tempo appassionante. OlympiacosFenerbaçhe, eletto match di cartello della settima giornata di Turkish Airlines Euroleague, ha rispettato definitivamente le attese della vigilia. Lo spettacolo andato in scena ieri sera al Pireo non solo ha regalato uno dei match più intensi della settima giornata di regular season, bensì anche due verdetti molto importanti per il proseguio della stagione. Questo Olympiacos guidato in panchina da coach David Blatt potrà essere tranquillamente una delle mine vaganti del torneo più in avanti, quando la palla comincerà a pesare ancor di più del previsto. D’altro canto il Fenerbaçhe di coach Obradovic è l’unica squadra al momento a reggere un probabile confronto con il Real Madrid campione in carica, mostrando nella propria metà campo una delle migliori difese di tutta la massima competizione europea.

Oltre ai primi, ma forse anche opinabili verdetti messi in mostra da questo match, andiamo a capire quali siano stati i 5 fattori decisivi che hanno deciso il match del Pireo fra Olympiacos e Fenerbache, vinto dalla compagine turca con il punteggio finale di 72-73.

  • 11. I punti subiti dall ‘Olympiacos nel terzo parziale di gioco. Sarà questo uno dei momenti chiave della sfida viste le tante assenze in casa Fenerbaçhe. La squadra di Blatt infatti tappa i buchi nella propria metà campo non facendo respirare l’asse Nikola KalinicKostas Sloukas (ben 36 punti in 2 in questo match) e i mestieranti di coach Obradovic. Dopo il +8 messo in mostra nel secondo quarto grazie alle due triple di Axel Toupane, il match era alla portata della compagine ellenica anche dopo aver messo in mostra un terzo quarto difensivamente molto importante.
  • 32-33. La statistica a rimbalzo finale al termine del match OlympiacosFenerbaçhe, mette alla luce un sostanziale problema per la squadra di Obradovic. Le lunghe leve dell’ ‘Albatros’ Jan Vesely servivano tantissimo in una partita dove i greci hanno saputo essere efficaci in uno dei punti chiave del gioco della compagine turca. Fondamentale in questo aspetto la partita di Georgios Printezis, capace di mantenere a galla sotto le plance il suo Olympiacos grazie a ben 10 rimbalzi raccolti per i suoi colori in questa contesa.
  • 42% da due punti per il Fenerbaçhe è la più bassa percentuale fatta registrare in questi primi 7 match di regular season. Senza il miglior Marko Guduric, e i non entusiasmanti Gigi Datome e Nicolo Melli non si è vista la versione perfetta del Fenerbaçhe al Pireo. La poca circolazione di palla e la tanta aggressività messa in mostra dall’Olympiacos ha fatto preoccupare e non poco coach Obradovic per tutti i 40′ di gioco, mettendo a serio rischio la sesta vittoria in sette giornate di regular season.
  • Nigel Williams-Goss. Criticato per scelte scellerate in attacco, molto spesso apparso svogliato in difesa,  ma questa volta la combo-guard americana gioca una delle migliori partite della stagione. Sente soltanto nel finale il peso del confronto con Kostas Sloukas, con l’errore al tiro nel possesso decisivo.  Sono ben 13 punti e 5 assist messi a segno dal giocatore dell’Olympiacos, che con la doppia doppia di Printezis e i 18 punti e 4 rimbalzi di Kostas Papanikolaou, tiene a galla i padroni di casa per gli intensissimi 40′ di gioco.
  • Kostas Sloukas. Big time players make big time plays. Il profeta di Salonicco con i suoi sei punti consecutivi nell’ultimo quarto, chiude e sigilla il sesto successo del Fenerbaçhe in regular season. Vince il confronto con il back-court avversario formato da Vassilis Spanoulis e Nigel Williams-Goss, trascinando quasi da solo i suoi compagni alla vittoria nel momento più difficile. 20 punti, 5 rimbalzi, 4 assist e 5 falli subiti in 34′ minuti il bottino che lo rende MVP del ribollente match del Pireo, che può mettere in mostra non soltanto il grande cinismo di una corazzata come quella guidata da Obradovic, bensì che in partite del genere chiunque con una grande intensità in difesa può mettere in difficoltà anche i primi della classe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.