I “punti” di Toni Cappellari – Due giornate di campionato e focus sull’ultima grande Olimpia

OLIMPIA FOREVER

– Premiata a Trento per il Festival dello Sport  l’Olimpia del 1987 che vinse SCUDETTO, COPPA CAMPIONI e COPPA ITALIA. Presenti Peterson, Meneghin, Mc Adoo, Premier e Pittis . L’architetto di quella squadra?  Il sottoscritto.

– Meneghin venne a Milano perche l’Ignis aveva finito il suo ciclo e la famiglia Borghi voleva rientrare. Giancarlo Gualco ( GM Varese), escluso dalla cessione, non mi parlò per due anni.

– Premier giocava a Gorizia, ma era di Spresiano (TV). Peterson era molto scettico, lo portai a Reggio Emilia dove Premier si giocava con Gorizia il ritorno in serie A . Roberto giocò così così e non convinse Dan che però mi disse «fai come vuoi». Lo comprai e divenne una cardine di quella Milano.

– Mc Adoo venne a Milano sicuramente perchè Dan lo voleva e perchè Gian Mario Gabetti ci mise i soldi dell’ingaggio. Il suo agente Bill Madden voleva che aspettasse un offerta NBA, ma sua moglie, la dolcissima Charlene, scomparsa prematuramente, capì che in Italia giocava al massimo trenta/quaranta partite e perciò sarebbe rimasto di più con lei.

– Pittis era il nostro giovane che, diciassettenne, venne lanciato in campo da Peterson e fu fondamentale. Il padre era un tifoso sfegatato e nè diceva di ogni al figlio, agli avversari e agli arbitri: fui costretto a non farlo più entrare al PalaLido. Ma la madre una santa donna, mi disse che entrava e stava in “piccionaia” e di far finta di non vederlo.

 

FIBA

– E’ morto Patrick Baumann gran capo della FIBA . Aveva vissuto tutta la sua giovinezza in Liguria e perciò parlava un ottimo italiano. Aveva riportato la FIBA in auge e stava provando a  rivalutare le Coppe FIBA. Per la sua sostituzione si preannuncia una grande guerra politica.

LBA

– Milano e Venezia sono già in testa al Campionato attualmente in coabitazione con Cremona. A mio parere sarà la Finale.

– Quest’anno l’Olimpia Milano con James, Micov e Nedovic ha tre tiratori che “aprono” il  campo ovunque, in grado di fra canestro sia in Italia che in Europa.

– La lotta per non retrocedere e l’accesso agli ultimi posti per i play-off sarà durissima: a mio parere in un un niente puoi essere sesta o sedicesima.

– Larry  Brown è tornato negli Stati Uniti per un intervento. Si spera nulla di grave, dovrebbe ritornare tra una decina di giorni . I Forni hanno messo la squadra nelle mani di Galbiati, che lo scorso anno vinse la Coppa Italia.

– Lo chiamavano CAMPIONATO ITALIANO… In  LBA,  a Pistoia campo neutro del primo turno, Avellino vs Cantù: nessun italiano nato e cresciuto in Italia a canestro.  Solo A.Filloy fa 3 punti ma è nato in Argentina. Degli italiani  D’Ercole 15 minuti e Tassone 9 minuti.

– Era dai tempi di Gianfranco Pieri, con poi rare eccezioni, che non vedevamo un giocatore con gli occhiali. La scorsa domenica, al Forum, nella squadra brindisina ne abbiamo rivisto uno: John Brown.

– A Trieste una bellissima Virtus Bologna sbanca all’esordio con autorità il PalaRubini. In grande evidenza Kevin Punter, con 29 punti e 9/9 al tiro, sbagliando solo un tiro libero. Bologna si conferma poi con un’ottima prova contro Milano.

– Ben 6.160 spettatori di cui oltre quattromila abbonati: Trieste ha “fame” di pallacanestro e la squadra di Dalmasson li farà divertire.

– Il basket è strano… Lo scorso anno nei play-off  Varese domina la partita e vince Brescia, quest’anno, nella prima giornata, Brescia domina e Varese vince con una tripla di Ronald Moore.

– Nel primo turno, Milano controlla la partita e vince con Brindisi. Eccellente esordio per Mike James ed  Amedeo Della Valle . James  tira benissimo e impone il suo basket, mentre Della Valle sfoggia personalità ed autorità:  al Forum non è facile. Un po’ in ombra Nedovic e Fontecchio, che Pianigiani fa partire in quintetto. Grandi conferme nel secondo turno con la vittoria di Bologna.

LNP

– Gran lotta anche in A2 dove molte squadre lottano per le tre promozioni. Mi sbilancio: Fortitudo e Treviso le mie favorite.

– Per non farmi mancare nulla, domenica scorsa  ero a Verona dove Tezenis e Fortitudo hanno giocato una bellissima partita. La Fortitudo è attrezzata per fare un campionato di testa e cercare la promozione in A1.

– Come già detto, Maarty Leunen è il cuore della squadra, dove può giocare in tre posizioni: è l’allenatore in campo, con tutto il rispetto per Antimo Martino che ha trasformato la squadra rispetto al Trofeo Porelli.

 

EUROLEAGUE WATCH

– In settimana è partita l’Eurolega e per Milano c’è stata la trasferta a Podgorica. Partita non semplice, ma quest’anno l’Olimpia mira alle Final Four o quanto meno ai playoff:  necessitava  di una vittoria e così è stato.

 

Toni Cappellari

 

Next Post

La perfetta sinfonia di Maccabi e CSKA. Vince Itoudis ma non perde Spahija

Una grande notte di Eurolega. E’ la semplice sintesi di una gara bellissima, equilibrata, con prestazioni individuali notevoli che si sono accoppiate ad una splendida organizzazione di entrambe le squadre. Due allenatori che fanno il loro mestiere al meglio, due roster completi che, per quanto visto sinora, saranno perfettamente in […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: