Senza categoria

La difesa di Obradovic conquista gara 1, ma il Baskonia non è una vittima sacrificale

Come da pronostico il Fenerbahce vince gara 1 82-73 contro un Baskonia mai domo che ha mostrato grande carattere in una sfida sulla carta impossibile. Quali spunti può offrire questa serie? Attenzione a dire che è tutto già finito…

  • La difesa del Fenerbahce di Obradovic è stata micidiale per metà partita. Il Baskonia ha realizzato solo 26 punti nella prima metà campo, il problema è che ne ha fatti altrettanti nei successivi 10 minuti. Se il Fenerbahce difende con continuità in quel modo la serie è sostanzialmente chiusa, il Baskonia però deve saper approfittare di ogni minimo blackout.
  • Difficile rimanere in partita se il Fenerbahce tira col 47% da fuori. Onore al Baskonia per averci provato, ma in gara 2 questo aspetto deve essere limitato. Se si apre l’area col tiro da diventa quasi impossibile contenere la regia di Sloukas e la fisicità di Vesely.
  • Shengelia e poi? Il Georgiano non basta, ottima prova (16 punti) ma da solo non può salvare la squadra. Servono i punti dall’arco di Beaubois (0/5) e più precisione da Timma (1/4), meglio  Janning (3/4) ma complessivamente il 6/21 dall’arco è un dato insufficiente per tentare di vincere a Istanbul.
  • I Playoffs sono il momento dei campioni, e ancora una volta emerge Kostas Sloukas. Dopo il Greco del Panathinaikos ecco un altro greco dominare con gli assist: 11 cioccolatini per l’ex Olympiakos uniti a 10 punti. In una parola: FENOMENO
  • Grande prova a rimbalzo offensivo per il Baskonia (15) ma paradossalmente pecca sul lato difensivo dove ne prende addirittura meno (12). In gara 2 deve essere imperativo limitare i rimbalzi offensivi del Fenerbahce allo scopo di evitare pericolosissime seconde occasioni.

Il Baskonia nonostante i difetti da noi analizzati ha dimostrato di avere cuore, voglia e organizzazione. Elementi fondamentali in un playoffs, il Fenerbahce seppur favorito fa bene a non abbassare mai la guardia.

Dario Destri

Basket come droga. Da anni presente al Forum in tribuna stampa, nel mentre continuo a sognare un titolo dei Phoenix Suns, se non amate Steve Nash non vi voglio nemmeno conoscere (semi-cit.) Non esiste niente di più bello di una Final Four di Euroleague

Related Articles

Rispondi

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: