opinioni Partite

Uno Shved da record non basta: il Fenerbahçe passa a Mosca con doppia doppia di Melli

Penultima giornata di regular-season della Turkish Airlines Euroleague e sfida aperta in quel di Mosca tra il Khimki, una delle sorprese della stagione, ed il Fenerbahçe campione in carica. Alla fine l’hanno spuntata gli ospiti, imponendosi 64-73, grazie ad un’eccellente seconda parte dell’incontro.

Andiamo analizzare quando accaduto alla Mytishchi Arena nella periferia della capitale russa in cinque punti.

  • Alexey Shved da record. La stella del Khimki Moscow Region entra nella storia dell’Eurolega. Già con la prima tripla realizzata nel primo quarto superava il record assoluto di punti messi a segno nel corso di una regular-season della massima competizione europea. L’ex guardia dei Timberwolves, che contro il Fenerbahçe di punti ne ha portati a casa 19, ha raggiunto quota 628. Certo, il nuovo formato, con più partite disputate, rende più facile rompere record di questo tipo, ma nulla toglie alla gesta di Shved, che viaggia a una media di 21.7 punti a partita, che non sono di certo pochi.
  • Seconda doppia doppia stagionale per Nicolò Melli. L’Eurolega non è l’NBA: le partite durano meno e, essendoci anche i campionati domestici di mezzo, le rotazioni sono normalmente ampie. In una squadra con la rosa profonda come quella del Fenerbahçe, raramente un giocatore supera i 30 minuti di gioco effettivo, e questo rende la seconda doppia doppia stagionale in Eurolega dell’ala forte reggiana ancora più degna di nota. L’azzurro ha realizzato 12 punti (2/4 dal campo e un impeccabile 8/8 dalla linea dei tiri liberi) e 10 rimbalzi, dei quali 5 offensivi, oltre a 2 recuperi e una stoppata. Nicolò Melli aveva realizzato una doppia doppia anche in occasione della seconda giornata contro Milano.
  • Difesa e rimbalzi fondamentali. Come già raccontato in altre occasioni, il Fenerbahçe di Zeljko Obradovic non è nuovo a delle prime metà di incontri equilibrate e delle riprese nelle quali, alzando il livello difensivo, riesce a staccare i rivali e a portare a casa i successi. La sfida contro il Khimki ha seguito questo copione, con i turchi che nella seconda parte sono riusciti ad arginare Shved e quindi a privare i rivali della loro principale arma offensiva. La statistica dei rimbalzi, con 38-28 a favore del Fenerbahçe, sottolinea ulteriormente la supremazia in questo frangente.
  • Anche i tiri liberi sono punti. Georgios Bartzokas, allenatore dei padroni di casa, in sala stampa aveva dichiarato che “togliendo i tiri liberi, avremmo più o meno pareggiato”. Sì, ma di tiri liberi il Fenerbahçe ne ha messi a segno 15 in più dei russi: solo 7/13, infatti, per il Khimki, contro i 22/27 degli uomini allenati da Obradovic. Siamo d’accordo che i lanci dalla lunetta non hanno niente a che vedere con la spettacolarità di una schiacciata o la poesia di una tripla, e possono risultare addirittura noiosi, ma sono comunque parte del gioco, e l’arte di conquistarsi il diritto di tirare dalla linea del personale è una parte molto importante del gioco, nella quale il Fenerbahçe si è dimostrata nettamente superiore.
  • Appuntamento ai Playoffs? Manca ancora una giornata al termine della regular-season, ma se le cose dovessero restare come stanno, Fenerbahçe e Khimki si ritroverebbero presto faccia a faccia, sfidandosi ai quarti dei Playoffs. Con il successo di oggi, infatti, la compagine turca ha sancito il suo secondo posto in classifica, mentre che il Khimki, anch’esso già matematicamente qualificato, occupa la settima posizione, con lo stesso bilancio di vittorie del Baskonia e dello Zalgiris (quest’ultimo con una partita in meno).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...