opinioni Partite Senza categoria

L’Olimpia vince a Bamberg la partita degli ex

Tanti ex in campo nel round 29 di Turkish Airlines Euroleague, che ha visto l’AX Armani Exchange Olimpia Milano far visita al Brose Basket Bamberg. Due squadre senza più ambizioni in questo torneo ma in cerca di equilibrio in vista del finale di stagione nei campionati nazionali e motivate comunque a onorare ogni partita della massima competizione europea.

Per tre quarti ha prevalso l’equilibrio, con svariati cambi di leader e mai un vantaggio in doppia cifra. Un parziale di 7-19 nell’ultimo periodo ha permesso ai biancorossi di sbancare la sempre calda Brose Arena e interrompere la striscia di tre sconfitte consecutive.

78-83 il risultato finale dell’incontro, che andiamo ad analizzare attraverso i consueti 5 punti.

  • Molti ex tra le fila tedesche con Hackett, Hickman e Radosevic in campo, e Luca Banchi da poco subentrato a Trinchieri alla guida della squadra. Non mancano quindi le motivazioni per ben figurare davanti ai propri tifosi nell’ultima partita casalinga europea della stagione.

 

  • Momento chiave della stagione per entrambe le squadre, seppur per motivi differenti. Milano guida solitaria il campionato di SerieA in cui è data per strafavorita, ma non è ancora riuscita a mostrare un’identità di gioco sia offensiva che difensiva. Punti che arrivano quasi sempre per giocate legate al talento indiscusso dei singoli e poca costruzione di gioco si accompagnano a una difesa spesso distratta e poco comunicativa.

 

  • Bamberg è in un momento delicatissimo; l’impegno gravoso di una stagione di Euroleague da 30 partite si è fatto sentire in Bundesliga, dove i Franconi occupano l’ottava posizione e sono incalzati da Ulm, Würzburg e Gießen. Per mantenere un posto in Eurolega sono costretti a vincere il campionato, dominato in questo momento dalle ambiziose Bayern Monaco e Alba Berlino.

 

  • Partita odierna caratterizzata dall’equilibrio, con parziali, controparziali e squadre che si sono scambiate più volte la guida dell’incontro. Notevole differenza solo per quanto riguarda i tiri liberi (18/21 contro 9/12), con Milano che ha gestito male i falli soprattutto nel primo tempo. Brutta prestazione da tre punti per il Bamberg (4/16) mentre i biancorossi sono stati in linea con le medie stagionali (8/20), grazie anche al freddissimo Bertans del quarto quarto e ad Andrea Cinciarini che conferma il momento di ottima forma.

 

  • Altra grande prova da MVP per Arturas Gudaitis (12 punti, 6 rimbalzi e 2 stoppate), sempre più punto di riferimento sui due lati del campo per l’olimpia. Emblematico, a 3 minuti e mezzo dal termine e sul +4, la stoppata in aiuto su Hackett, migliore dei suoi con 17 punti, e la schiacciata di pura potenza sul ribaltamento di fronte.

 

  • Ottima difesa mostrata da Milano nell’ultimo periodo, con solo 14 punti concessi agli avversari. Al contrario di quanto accaduto spesso durante la stagione, nel momento cruciale dell’incontro i biancorossi hanno saputo prendere energia e ritmo per l’attacco da un’eccellente applicazione difensiva. Pianigiani sarà sicuramente contento di aver visto l’area piena, attenzione nelle rotazioni e la giusta mentalità nel difendere il canestro, soprattutto in vista dei playoff di SerieA.

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...