opinioni Partite

Gigi Datome cambia la partita in un quarto: il Fenerbahçe batte il Maccabi

Classica partita dai due volti alla Ülker Arena di Istanbul, nella quale il Fenerbahçe di Zeljko Obradovic ospitava il Maccabi Tel Aviv di Neven Spahija in occasione della partita valevole per la 27ª giornata di Turkish Airlines Euroleague. La vittoria finale del Fenerbahçe per 87-73 avvicina i turchi alla quasi sicurezza di essere teste di serie nei Playoffs, mentre la compagine israeliana scivola al nono posto in classifica, e dovrà lottare nelle ultime tre giornate per assicurarsi un posto nella seconda fase della competizione.

Analizziamo la sfida attraverso i nostri consueti cinque punti.

  • Partenza a razzo del Maccabi contro un Fenerbahçe stordito. Neven Spahija sapeva perfettamente che per avere qualche possibilità di vincere in casa dei campioni in carica la sua squadra doveva fare una cosa: aggredire i rivali dal primo minuto di gioco e non permettere loro di entrare in partita. E per i primi sei minuti il piano partita dell’esperto tecnico del Maccabi aveva funzionato alla perfezione: solo un tiro verso il canestro da parte dei turchi, flusso offensivo bloccato, squadra in tilt e senza idee e parziale di 4-11.
  • La presenza di Marko Guduric si fa sentire. In un momento di particolare difficoltà, il serbo aveva messo a segno due vitali triple consecutive, permettendo al Fenerbahçe di mettersi in partita. La giovane guardia ventitreenne ha vestito i panni del suo connazionale e predecessore Bogdan Bogdanovic, con canestri importanti dalla lunga distanza. La sfida contro il Maccabi rappresenta il nuovo career-high del giocatore in Eurolega: 23 punti con 7/9 dal campo (e un notevole 5/6 in triple), 4 assist, 3 rimbalzi e 29 di valutazione per lui.
  • L’incredibile effetto Gigi Datome. Alla fine del primo quarto il Maccabi era avanti 16-21, quando mancavano 7 minuti alla fine del secondo periodo il risultato era 18-26, mentre all’intervallo il Fenerbahçe vinceva già per 45-36. Cos’era successo nel frattempo? Obradovic aveva gettato Gigi Datome nella mischia, e l’azzurro aveva vissuto il suo momento magico, realizzando 13 punti e una stoppata imperiale su Alex Tyus che avevano dato ali ai turchi. Un canestro dietro l’altro per il sardo, che continua registrando percentuali da sogno dai 6.75, con un notevole 46.7% stagionale. Il totale in carriera in Eurolega è di 44.6% in otto stagioni.
  • Maccabi in cortocircuito. Il Maccabi Tel Aviv si giocava molto in occasione della sua trasferta in Turchia. Gli israeliani si trovano al momento al nono posto in classifica e stanno lottando per l’ultima piazza per i Playoffs. Durante la seconda parte della partita gli uomini di Spahija ci hanno provato, ma non erano più riusciti ad impensierire il Fenerbahçe, che nel frattempo era diventato un muro impenetrabile in difesa. Gli ospiti avevano fatto anche fatica a far circolare il pallone, con solo 12 assist totali (contro i 22 del Fenerbahçe).
  • Le rotazioni di Zeljko Obradovic e l’utilità di Kostas Sloukas. Il Fenerbahçe è una squadra con un roster molto profondo e, quando tutti i giocatori stanno bene fisicamente, non è facile neanche per un coach esperto come Zeljko Obradovic azzeccare il miglior quintetto per ogni evenienza. Ma se c’è qualcosa che il serbo sa fare alla perfezione è cambiare in corsa. Nel Fener non ci sono titolari e riserve, solo giocatori che lottano per lo stesso obiettivo, che sia all’inizio, alla fine o nei minuti centrali della partita. E in qualunque momento appaia in campo, Kostas Sloukas risulta sempre efficace. Anche contro il Maccabi 12 punti e 5 assist in neanche 16 minuti partendo dalla panchina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...