Euroleague Weekly: il Round 2 lancia Monaco, Oly e Fener. Sorprese Alba e Baskonia

0 0
Read Time:2 Minute, 16 Second

Euroleague Weekly, il nostro contenitore settimanale in 10 flash sulla Turkish Airlines Euroleague.

Round 2 già molto interessante che lascia in vetta, imbattute, 5 squadre. 3 sono attese, 2 sono sorprese notevoli.

  • Monaco è roba vera. Squadra spettacolare che però difende sulla palla come poche altre. 30 perse avversarie in due turni, 17 sono furti. C’è lo zampino di John Brown in tutto ciò.
Monaco - Efes | Eurodevotion
  • Nick Calathes pare essersi tolto dalla spalla la scimmia del controllo di Jasi, come lo definirebbe lui. Flirta con la tripla doppia e guida un Fenerbahçe che è già avanti ma con margini di crescita notevolissimi.
  • Milano soffre ancora, gioca male la seconda gara di fila e cade con l’Alba. Nessun allarme, siamo ad ottobre, ma questa non è squadra da 139 punti in due partite, non può esserlo. Poi ne aggiunge 4 in un OT pessimo. 34 assist e 31 perse in 85 minuti di inizio stagione non sono certo sinonimo di una qualità che richiede tempo a causa dei tantissimi cambiamenti.
  • La difesa del Partizan è qualcosa di inaccettabile. 140 (!!!)di defensive rating. Non c’è una singola fase di gioco in cui opponga resistenza all’attacco avversario. Il doppio turno contro le italiane dirà molto, poiché sono due squadre che finora non hanno certo brillato offensivamente. Crollare anche contro biancorossi e bianconeri sarebbe ben oltre il concetto di campanello d’allarme.
  • “Clàsico” in chiaroscuro. Un buon Barça, un pessimo Madrid e quelle due scelte di Chus Mateo che lasciano molti dubbi… Al Real serve un play che crei vantaggi?
  • 5,4 punti di scarto medio in 9 gare. Il Round 2 entra nella storia come il secondo più combattuto di sempre. Significativo che il primo (5,3) ed il terzo di questa classifica (sempre 5,4) siano stati giocati la stagione scorsa. Nulla come l’equilibrio dà prestigio ad una lega.
  • Bologna non gioca bene ma vince, oggi cosa che conta di più. Bako, Cordinier ed Ojeleye sono profili i cui limiti, nella mani di Scariolo, possono essere molto, molto in alto.
Virtus Bayern
  • La squadra col miglior attacco, ovviamente ORAT e non punti segnati, è il Fener. 130,1 davanti a Partizan, Alba, Oly, Monaco e Baskonia. 5 di queste 6 sono imbattute ed in testa. Olimpia (97,3) e Bayern (90,69 le peggiori.
  • L’Alba Berlino, “the bubble happiness” come l’ha definita Simone Fontecchio, gioca una gara splendida per consapevolezza al Forum. Mai sopra le righe, fa tutto ciò che deve e lo fa al meglio all’interno dei propri limiti. L’educazione e l’atteggiamento di Israel Gonzalez sono un grande esempio per tutti.
  • Markus Howard, nella terra dei natali di Eurolega di gente come Larkin e Mike James, spara un 8/12 dall’arco che non è esattamente semplicissimo. Roba buonissima…

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Liga ACB (J4): Barça comodo, Real da secondo tempo e la neopromossa Granada sogna

Liga ACB in campo per la Jornada 4. E proprio 4 sono state le gare del sabato, con le altre 5 sul parquet domenica. Dopo la chiusura della Jornada 4 restano in vetta da imbattute solo Real Madrid e Tenerife. GRANADA v BILBAO ha aperto le danze sabato. Sfida tra […]
Liga ACB | Eurodevotion

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: