Gli ottavi di finale della domenica di Eurobasket 2022

0 0
Read Time:2 Minute, 34 Second

Eurobasket 2022 ieri ha qualificato le prime 4 squadre: Francia, Slovenia, Germania e Spagna attendono dalle gare di oggi le rivali nei quarti di finale.

Sotto gli occhi attenti di Dirk Nowitzki, con le quattro gare di oggi Eurobasket 2022 definisce il quadro dei quarti di finale.

Chi raggiungerà Francia, Slovenia, Germania e Spagna?

UCRAINA v POLONIA – ore 1200

Una delle due sfide più impronosticabili, con la sorpresa Ucraina ed una Polonia che è tosta, molto tosta.

Ucraini più produttivi offensivamente, polacchi più decisi nei momenti chiave. Gente come Ponitka e l’eterno AJ Slaughter guardano a Doncic come premio meritato per un altro torneo di valore.

Mykhailiuk è la grande speranza rivale, la leggerezza è la compagna di viaggio di chi non avrebbe mai pensato di essere qui e di giocarsela per un posto nelle migliori otto.

Il nostro “eurino”? Mai giocare contro AJ…

CROAZIA v FINLANDIA – ore 1445

Una squadra che si è qualificata come doveva fare senza alcuna gloria e proponendo un basket di valore basso contro una che ha stupito con un livello di gioco tanto attraente quanto efficace.

Lassi Tuovi è il Coach di Eurobasket sinora, Lauri Markkanen una delle stelle assolute.

Se la Croazia non riuscirà ad imporre la presenza di Zubac, sinora sempre molto mal servito, sarà più dura del previsto. Bogdanovic è sinora l’unica certezza per Mulaomerovic, mentre da Saric ci si attende ben di più.

Occhio a Sasu Salin ed al rendimento dal perimetro dei finnici: se parte la giostra, non si ferma più.

Pronostico ovviamente (ma ci crediamo?) a favore dei croati, ma se esiste una sorpresa potenziale questa appartiene alla squadra che ha giocato la miglior pallacanestro del torneo sinora.

SERBIA v ITALIA – ore 1800

Pronostico chiuso? Sì. Impresa miracolosa richiesta agli azzurri? sì. Jokic immancabile da MVP? Sì.

Ma se esiste una squadra che può provarci è quella azzurra, sebbene con possibilità che non vanno oltre il 20%.

Una chiave su tutte, si chiama appunto Jokic. Probabilmente molto meglio che chiuda a 35 +17 rimbalzi piuttosto che a 20 con 13 assist. Si può subire da lui in copertura singola e cercare di limitare la sua capacità di coinvolgere gli altri. E’ una scelta, una speranza per gli azzurri.

La Serbia deve solo fare il suo, nulla di più.

Eurobasket | Eurodevotion

GRECIA v REP.CECA – ore 2045

Speranze minime, praticamente inesistenti per i cechi, nonostante l’ultima prestazione di Satoransky abbia illuminato il cielo di Praga.

A Berlino sarà un’altra storia, contro una corazzata come quella greca non disposta a fare sconti ed in grado di crescere moltissimo rispetto a quanto mostrato a Milano.

C’è poco da entrare in analisi di “stats” o altro: una squadra vale il doppio dell’altra e quindi, anche se “la bala l’è rutunda”, come dicevano i nonni, dura pensare a qualcosa di diverso da un successo greco.

Lo vogliamo però un dato che spiega tante cose? Eccolo. Giannis con 11,3 tiri liberi a partita ne ha tirati nei gironi di media più di Bulgaria, Montenegro, Ucraina, Italia Turchia ed Ungheria.

Se poi crescono di rendimento Papagiannis, Papapetrou e Sloukas…

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: