Eurobasket Day 7 – Spagna-Lituania agli ottavi, Doncic alieno

0 0
Read Time:3 Minute, 34 Second

Eurobasket: il Day 7 rappresenta la stesura dei verdetti finali per i gruppi A e B. Luka Doncic sempre più di un altro pianeta.

TURCHIA v SPAGNA (gr. A) 69-72)

Il nostro articolo sulla gara che dà il primato nel girone alla Spagna, con vista su un ottavo con la Lituania che non è certo il premio migliore per aver vinto il proprio gruppo.

La brutta notizia, a margine della gara, è il problema al dito della mano destra di Shane Larkin che è già volato ad Istanbul per una risonanza che stabilirà se il campione potrà essere poi a Berlino con i suoi compagni.

Ataman abbastanza pessimista: «Ha un problema serio alla sua mano, senza di lui non abbiamo altre soluzione nel ruolo».

LITUANIA v BOSNIA (gr. B) 87-70

Dura un quarto la gara che garantisce alla Lituania il quarto posto e, come si diceva sopra, la sfida con la Spagna sabato a Berlino.

28-28 e poi il 28-14 che chiude il discorso ed elimina la Bosnia tra i meritati applausi.

5 uomini in doppia cifra, il 42,3% dall’arco ed un netto 40-26 a rimbalzo sono i dati salienti per i lituani, mentre tra i bosniaci c’è sempre un Musa da 22 con 3 rimbalzi e 5 assist ma poco altro, ivi compreso un Nurkic da 15 che incide poco.

BULGARIA v BELGIO (gr. A) 80-89

L’equilibrio iniziale sembra rotto dal secondo quarto belga (20-11) che fissa il punteggio sul 41-30 di metà gara.

La Bulgaria è sempre casa Vezenkov, con il “red” a quota 14+6 già al riposo.

I continui tentativi di allungo degli uomini di Gjergja hanno la firma di Obasohan e Lecomte, ma a metà dell’ultimo quarto è ancora solo +6, con il solito Vezenkov a quota 24+12.

La tensione di una gara decisiva c’è tutta, il Belgio tiene ed il finale dice 89-80 e pass per Berlino, tenendo in corsa la Georgia almeno sino alla gara che si giocherà più tardi col Montenegro.

La Bulgaria lascia Eurobasket con onore e con la certezza, per chi non fosse casualmente già sicuro, di aver tra le sue fila un campione vero in costante crescita. Alla fine quest’anno i Kings lo hanno lasciato al Pireo: ringraziamoli e godiamoci Sasha per questa prossima stagione, difficile ce ne siano altre da questa parte dell’oceano.

I due grandi protagonisti restano Vezenkov tra gli sconfitti (26+13) ed Obasohan, ancora una volta notevole, da 25 con 7 rimbalzi e 3 assist.

FRANCIA v SLOVENIA (gr. B) 82-88

Di seguito il nostro articolo su una gran bella partita di basket nobilitata da un Luka Doncic superlativo, come se i 36 del giorno prima non fossero già sufficienti a raccontarci di qualcosa di unico.

Luka Doncic riscrive la storia ed è una libidine senza senso

GEORGIA v MONTENEGRO (gr. A) 73-81

Il Montenegro si guadagna l’accesso alla seconda fase, dove troverà la Germania, dopo una gara condotta ma mai definitivamente chiusa sino alla sirena finale.

McFadden, Mamukelashvili, Sanadze e Shermadini ne piazzano rispettivamente 16, 15, 14 ed ancora 14 per i padroni di casa ma non è sufficiente di fronte ai 22 di Drobnjak ed ai 17 di Perry in maglia montenegrina.

Il 42-35 a rimbalzo ha un peso determinante e di fatto in una partita dai massimi vantaggi limitati (+9 MNG, +2 GEO), chi ha vinto ha condotto per 34’45”.

UNGHERIA v GERMANIA (gr. B) 71-106

Passeggiata tedesca e secondo posto in ghiaccio dopo una girone di qualificazione di notevolissima qualità. Ora il Montenegro negli ottavi, con vista sulla Grecia.

22 di Sengfelder ed un’altra prova convincente di Maodo Lo, autore di 21 punti con 5/7 dall’arco.

13 di Zoltan Perl per i magiari in una gara già finita all’intervallo lungo sul 39-54 tedesco.

A seguito di questi risultati la classifica del gruppo A è la seguente:

1. SPAGNA (sabato contro LITUANIA)

2. TURCHIA (sabato contro B3)

3. MONTENEGRO (sabato contro GERMANIA)

4. BELGIO (sabato contro SLOVENIA)

5. GEORGIA – eliminata

6. UNGHERIA – eliminata

Per il gruppo B:

1. SLOVENIA (sabato contro BELGIO)

2. GERMANIA (sabato contro MONTENEGRO)

3. FRANCIA (sabato contro TURCHIA)

4. LITUANIA (sabato contro SPAGNA)

5. BOSNIA – eliminata

6. UNGHERIA – eliminata

(Photo: http://www.fiba.basketball)

About Post Author

alberto marzagalia

Due certezze nella vita. La pallacanestro e gli allenatori di pallacanestro. Quelli di Eurolega su tutti.
Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: