La Virtus ritorna tra le stelle

Balbo 1
0 0
Read Time:2 Minute, 7 Second

I virtussini fremono di euforia stringendo i denti bianchi come zanne di lupo, la Virtus sconfigge l’Ulm 83-77 e torna in semifinale guadagnandosi, di fatto, se l’esclusione delle russe verrà confermata, un posto nell’Eurolega 2023/24 senza ricorrere a sotterfugi o wildcard. I bianconeri riconquistano la competizione che merita di accoglierli sul campo.

Adesso gli uomini di Scariolo vogliono sistemare al loro posto le ultime tessere, per mostrare per intero quel puzzle che legittimerebbe ancor di più il ritorno nella massima competizione continentale. Perchè il sangue di questa Virtus anela al vertice, alla punta della piramide.

In un match in cui sono servite viscere di bronzo, la Virtus si vendica della pesante sconfitta in stagione regolare contro l’Ulm e ritorna in quella semifinale di Eurocup mai totalmente digerita. Quella pesante sconfitta in gara 3 contro l’Unics Kazan che sembrava la fine di un ciclo mai totalmente sbocciato – per differenti motivi- alla fine, con la vittoria dello scudetto, della supercoppa e la riconquista della semifinale, si è rivelata soltanto un’epigrafe – seppur dolorosa – posta in testa ad un capitolo soltanto in attesa di una prosa dolce e concreta.

Nel primo tempo la Virtus prova a scappare con un super Jaiteh (15+3), i bianconeri arrivano anche a +8, mentre i tedeschi faticano a trovare soluzioni alternative al tiro dalla lunga arrivano tre triple consecutive di Sklepeisz in meno di sessanta secondi per impattare il match. Come nella gara in terra tedesca gli uomini di Scariolo soffrono l’atleticità e la pericolosità dai 6,75 di Blossomgame. La prima metà gara si conclude sul 43-45.

I primi venti minuti sono decisi dalle percentuali dal tiro da tre punti: la Virtus tira con 1/10 mentre Ulm risponde con 6/13.

Nel secondo tempo il registro non cambia, Ulm continua a punire dalla lunga distanza, ma Mamadou Jaiteh si ricorda di una celebre frase di Nietzsche e si ripete “se vi fossero degli dei come potrei sopportare di non essere Dio”; la serata è tutta sua, la Virtus è sulle sue spalle e il titolo di Mvp è tutto per lui. 27 punti, 11 rimbalzi e 12/16 da due punti. Massiccio come il fianco di una montagna trascina i suoi alla semifinale. Menzione d’onore per i contributi di Cordinier e Weems, decisivi con la loro aggressività e fisicità.

La Virtus tira male da fuori (2/24) ma vince la sfida sotto canestro e viene spinta da un Paladozza infuocato alla vittoria.

Virtus Segafredo Bologna vs ratiopharm Ulm 26 avril 2022 21:00 | Eurocoupe (euroleaguebasketball.net)

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Injury report # 3 | Le assenze nelle gare del mercoledì

Injury report dedicato alla seconda serata di gara 3 nei Playoff di Eurolega. In campo a Montecarlo ed in Baviera. MONACO v OLYMPIACOS 1-1 Alpha Diallo è l’unico dubbio per la squadra del Principato. Hassan Martin resta in dubbio tra gli uomini di Bartzokas. BAYERN v BARCELONA 1-1 Dopo la […]
Injury report

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: