Barça-Maccabi (R34) è lo statement game degli israeliani

2

Barça-Maccabi è senza dubbio stata una delle migliori partite della regular season. A sorpresa gli israeliani fanno festa con il pokerissimo di vittorie.

0 0
Read Time:3 Minute, 40 Second

Barça-Maccabi al Palau Blaugrana è stata senza dubbio una delle partite più divertenti di tutta la regular season. I catalani e gli israeliani, da due stagioni a questa parte, quando si incontrano e si sfidano sul suolo catalano danno vita a battaglie che lasciano il segno. Il copione si è confermato anche ieri sera, ultima giornata di regular season, si fa per dire, visto che manca ancora un recupero la settimana prossima.

Vince il Maccabi, in quello che piò essere considerato un vero e proprio statement game stagionale per gli israeliani, capaci di vincere anche in casa della prima della classe in questa edizione della Turkish Airlines Euroleague, sebbene il Barça fosse senza interessi di classifica ed abbia lasciato ampio spazio alle seconde linee, soprattutto i giovanissimi.

Senza ulteriori indugi andiamo a rivivere i tre momenti più importanti di Barça-Maccabi con la consueta analisi targata Eurodevotion.

Barça-Maccabi: ultimo quarto rende il risultato così ampio e forse un po’ bugiardo

L’80-104 con cui si è chiusa la contesa del Palau Blaugrana è frutto di un match a due facce. Il primo tempo, chiusosi con la tripla pazzesca di Wilbekin da centrocampo, ha regalato spunti interessantissimi per entrambe le squadre, ma soprattutto un gioco spettacolare per entrambe le compagini.

La squadra di Jasi non fa il ritmo, ma rincorre sempre l’energia e la spettacolosità messa in mostra in contropiede dalla squadra di coach Avi Even, che nell’ultimo parziale mette il turbo e chiude la contesa. Il 28-12 con cui si chiude l’ultimo quarto di gioco può essere sintetizzato con il solito “entra di tutto”, ma anche il Maccabi stesso è bravo a concedere tiri forzatissimi al Barcellona in tutto l’ultimo parziale, allungando così anche in maniera forse un po’ bugiarda il punteggio finale

Al netto dell’importanza della sfida per i catalani, già certi di affrontare il Bayern del Trinka nel primo turno play-off, questo match è lo statement game per gli israeliani, che per i PO sono una squadra da seguire con moltissima attenzione.

Barça-Maccabi: quando Wilbekin deve brillare non ce n’è per nessuno

La partita del Palau ha messo in mostra giocate spettacolari, organizzazioni importanti e ripartenze micidiali, ma soprattutto anche un festival su come realizzare con efficacia i tiri da dietro l’arco. Chi in Barça-Maccabi è stato uno dei protagonisti in questa specialità non poteva non essere che Scottie Wilbekin.

Il talento di Florida State in terra catalana è una stella che brilla di luce propria. Guida i suoi compagni in quella che è la prestazione migliore del Maccabi in tutta la stagione in Eurolega e non solo segnando da ogni punto del campo (buzzer beater da centrocampo come citato in precedenza, ndr.) ma anche a livello carismatico in un ambiente così difficile.

Per la point-guard del Maccabi prestazione da 20 punti con un 7/13 dal campo complessivo, 2 rimbalzi e 2 assist che lo rendono il miglior giocatore della contesa in Barça-Maccabi.

QUI IL TABELLINO COMPLETO

Casa Maccabi: prima la festa con il Fener e poi il destino dirà

Cinque vittorie consecutive. Avi Even per il suo Maccabi non poteva desiderare momento e marcia in stagione migliore di questa, considerando il momento disastroso da cui era reduce prima del suo arrivo. La vittoria di Barcelona, infatti, legittima le vere ambizioni playoff che il team israeliano doveva avere sin da inizio di stagione.

Il Barça, per una sera lascia il ritmo agli avversari, ma comunque per tre quarti tiene il passo della squadra di coach Avi Even, che si prende di forza uno statement game di quelli molto più pesanti del previsto.

Ora se il destino del Barça è certo, dall’Olympiacos e dall’Olimpia Milano vincente contro l’Asvel ieri sera in giù, è tutto incerto per la formazione delle serie Playoffs con Efes e lo stesso Maccabi, con il Monaco appena sotto ma già settimo che attende di conoscere la propria rivale.

Sarà forse decisiva la sfida con il Fener settimana prossima a Tel-Aviv per stabilire definitivamente classifica, ma sarà festa vera sia per quanto avvenuto a Barcellona, sia per quanto questo Maccabi ora mette paura a tutte le grandi con tutte le sue carte a disposizione.

About Post Author

Happy
Sad
Excited
Sleepy
Angry
Surprise

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%
Next Post

Playoff Race #9 | Milano e Maccabi non mollano per terzo e quinto posto

Playoff Race #9 dedicato agli aggiornamenti dopo la prima serata del Round 34 di Eurolega che mantiene due club storici in corsa per posizioni importanti. ASVEL v OLIMPIA 80-81 Milano non molla e si mantiene in corsa per il terzo posto. I calcoli sono semplicissimi: se il Real stasera batte […]
Playoff Race

Iscriviti alla Newsletter di ED

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: